Un’automobile da corsa per piccoli piloti

 
Forare, avvitare e dare gas.
Automobilina di legno

Senza cavalli, ma con molta passione: un’auto di legno fa battere il cuore di ogni piccolo pilota.

Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
0 Valutazioni
La ringraziamo per la Sua valutazione Questa funzione è utilizzabile esclusivamente se i cookie sono attivi.
0 Valutazioni

Grado di difficoltà

Costi

Tempo necessario

Certo, è «solo» un’auto di legno, ma vanta diverse raffinatezze tecniche. Per questo progetto, i principianti possono mettere in conto due giorni; agli esperti ne basterà uno solo. I costi sono compresi fra i 200 e i 300 euro.

Le seguenti istruzioni sono concepite per pannelli multistrato in betulla da 18 mm, 24 mm e 9 mm di spessore. Fate tagliare i pannelli necessari presso un centro bricolage o dal vostro falegname. Qualora utilizziate altri materiali, o altri spessori, adattate opportunamente l’elenco parti.

I cavi metallici fanno sì che l’auto di legno possa anche sterzare e frenare. Naturalmente, l’assiale anteriore dovrà essere mobile, così come i tiranti del freno.

L’elenco dettagliato dei materiali e il disegno sono consultabili alla sezione Download.

  • Easy
    Utensili Easy
    Facilità di utilizzo.
  • Universal
    Utensili Universal
    Grande versatilità.
  • Advanced
    Utensili Advanced
    Per chi vuole il meglio.

Elettroutensili necessari:

Accessori:

  • Punta da 10 mm
  • Punta da 30 mm
  • Chiave fissa
  • Svasatore
  • Cacciavite a intaglio piccolo
  • Pinza a becchi curva («da telefono»)
  • Spago e matita o compasso fino a 200 mm di diametro
  • Carta abrasiva, grana 120–240
  • Matita, metro pieghevole, temperamatite, gomma
  • Superficie di lavoro
  • Fogli o vecchi giornali
  • Ev. cavalletti

Materiali necessari:

  • Pannello multistrato, betulla
  • Plexiglas
  • Tiranti in metallo, ruote, collari
  • Flessibile in gomma
  • Viti, viti da legno a testa tonda, rondelle, dadi, ghiere
  • Cavo metallico, fermagli per cavi metallici, molle di richiamo, anelli distanziali, moschettone

Mostra elenco dettagliato dei materiali

Pos.

Pz.

Denominazione

Lunghezza

Larghezza

Spessore

Materiale

0

1

Pannello di fondo

1.350 mm

350 mm

18 mm

Betulla multistrato

1

2

Telaio longit.

1.350 mm

100 mm

24 mm

Betulla multistrato

2

2

Telaio trasv.

302 mm

100 mm

24 mm

Betulla multistrato

3

2

Elementi laterali

1.386 mm

396 mm

9 mm

Betulla multistrato

4

1

Coda 1

350 mm

150 mm

18 mm

Betulla multistrato

5

1

Coda 2

350 mm

257 mm

18 mm

Betulla multistrato

6

1

Lo spoiler

400 mm

125 mm

18 mm

Betulla multistrato

7

1

Radiatore

350 mm

150 mm

18 mm

Betulla multistrato

8

1

Cofano motore

630 mm

370 mm

9 mm

Betulla multistrato

9

2

Gruppo sterzo later.

278 mm

200 mm

24 mm

Betulla multistrato

10

2

Gruppo sterzo trasv.

302 mm

80 mm

24 mm

Betulla multistrato

11

2

Gruppo sterzo, linguette

200 mm

200 mm

9 mm

Betulla multistrato

12

2

Telaio sedile

300 mm

356 mm

24 mm

Betulla multistrato

13

1

Pannello sedile

300 mm

250 mm

18 mm

Betulla multistrato

14

1

Schienale

400 mm

300 mm

18 mm

Betulla multistrato

15

1

Volante

205 mm

205 mm

18 mm

Betulla multistrato

16

1

Fissaggio volante

65 mm

65 mm

24 mm

Betulla multistrato

17

2

Listelli di supporto assiali

500 mm

100 mm

18 mm

Betulla multistrato

18

4

Listelli distanziali assiali

500 mm

35 mm

21 mm

Betulla multistrato

19

2

Listelli di fissaggio assiali

500 mm

95 mm

18 mm

Betulla multistrato

20

1

Listello battuta sterzo

200 mm

35 mm

21 mm

Betulla multistrato

21

2

Listelli di fissaggio ghiere

200 mm

35 mm

21 mm

Betulla multistrato

22

2

Listelli di supporto tiranti del freno

150 mm

100 mm

18 mm

Betulla multistrato

23

4

Listelli distanziali tiranti del freno

150 mm

35 mm

21 mm

Betulla multistrato

24

2

Listelli di fissaggio tiranti del freno

150 mm

95 mm

18 mm

Betulla multistrato

25

2

Lati pedale del freno

150 mm

150 mm

24 mm

Betulla multistrato

26

1

Pedale del freno

230 mm

100 mm

24 mm

Betulla multistrato

27

2

Paraurti

430 mm

40 mm

24 mm

Betulla multistrato

28

2

Tiranti in metallo assiali

700 mm

8 mm

29

1

Tirante in metallo assiale di sterzo

380 mm

8 mm

30

4

Ruote

75 mm

31

10

Collari

32

2

Tiranti in metallo freno

320 mm

8 mm

33

2

Elem. gomma freno

70 mm

34

1

Elem. gomma sterzo

100 mm

35

2

Strato di scorrimento sterzo

250 mm

50 mm

4 mm

Plexiglas

36

1

Vite assiale di sterzo 10 x 60 mm

60 mm

10 mm

10 mm

37

3

Rondelle assiale di sterzo

40 mm

3 mm

6 mm

38

2

Dadi assiale di sterzo

9 mm

39

10

Ghiere M6

9 mm

40

6

Viti da legno a testa tonda M6 x 50 mm

50 mm

6 mm

10 mm

41

4

Viti da legno a testa tonda M6 x 40 mm

40 mm

6 mm

10 mm

42

1

Cavo metallico sterzo

3 mm

2.020 mm

43

2

Cavi metallici freno

3 mm

610 mm

44

3

Tenditori a vite M6

200 mm

6 mm

45

12

Fermagli per cavi metallici

6 mm

46

2

Molle di richiamo

6 mm

10 mm

47

2

Viti SS 08/90

90 mm

8 mm

8 mm

48

4

Dadi M8

8 mm

8 mm

8 mm

49

2

Rondelle

40 mm

8 mm

6 mm

50

2

Anelli distanziali molle di richiamo

40 mm

8 mm

6 mm

51

3

Moschettoni

40 mm

8 mm

6 mm

1

Assemblaggio del sottoscocca: pannello di fondo e listelli telaio

1 - Assemblaggio del sottoscocca: pannello di fondo e listelli telaio
Assemblaggio del sottoscocca: pannello di fondo e listelli telaio

Dapprima, predisponete il pannello di fondo. Attenetevi alle misure del disegno. Tracciate con la matita gli incavi per i cavi metallici, quindi tagliateli con il seghetto alternativo. Prima di tagliare, preforate i quattro angoli con la punta da 10 mm. Così potrete passare bene attorno agli angoli con la lama.

Ora tracciate i fori dove andranno fissati i tiranti del freno e l’assiale di sterzo. I due fori per i tiranti del freno richiedono, sul secondo lato interno del pannello di fondo, un avvallamento ciascuno per le teste delle viti. Forate quindi dapprima nei punti appositi, con la punta Forstner da 30 mm, per 5 mm di profondità nel pannello. Dopodiché, praticate nello stesso punto due fori da 8 mm di diametro per i tiranti del freno e, anteriormente al centro, uno da 10 mm per l’assiale di sterzo.

Tracciata la posizione dell’assiale posteriore sul lato inferiore del pannello di fondo, montate i telai longitudinali e trasversali con il pannello di fondo, ottenendo un sottoscocca. A tale scopo, preforate il pannello di fondo con fori da 4 mm e avvitate il sottoscocca con 18 viti da legno a testa svasata (3,5 x 50 mm).

Per praticare tagli curvi senza sforzo

State costruendo un’automobilina di legno e dovete tagliare a forma il volante. Oppure dovete praticare incavi in una cassetta di legno, per trasportarla più agevolmente. Per questi e per altri lavori che richiedono tagli curvi, la soluzione migliore sarà il seghetto alternativo.

Apri consiglio pratico

2

Lato inferiore sottoscocca

2 - Lato inferiore sottoscocca
Lato inferiore sottoscocca

Avvitate ora il listello per la battuta esattamente come da disegno, con viti da 3,5 x 30 mm, sul lato inferiore del pannello di fondo.

Per far scorrere meglio l’assiale di sterzo, fissate in tale punto anche due pannelli in acrilico, come strato di scorrimento. In tale fase, accertatevi che le teste delle viti a testa svasata (3,5 x 35 mm) scompaiano per intero nei pannelli.

Preforate i due listelli di fissaggio con la punta da 6 mm e montate ciascuna ghiera con una vite da legno a testa tonda (6 x 50 mm) sui due listelli. Attraverso le ghiere passeranno in seguito i cavi metallici per lo sterzo e i freni. Montate ora i listelli di fissaggio con viti da legno (3,5 x 30 mm) sul lato inferiore del pannello di fondo.

Suggerimento per avvitare due parti in legno

Preforate la parte in cui praticherete il primo avvitamento con un diametro di 0,5–1 mm superiore a quello della vite; il foro per la testa della vite dovrà essere sufficientemente profondo da farla scomparire per intero. Al contrario, nella parte da forare per seconda, preforerete sempre con 1 mm in meno rispetto al diametro della vite. Così otterrete un buon invito per la filettatura.

Per poter cavarsi presto d’impaccio

Nella costruzione di mobili, i collegamenti a vite rappresentano un’alternativa rapida e semplice a quelli incollati. Forare nel legno, tuttavia, è più impegnativo di quanto non appaia a prima vista. Qui potrete informarvi sugli aspetti principali dell’avvitamento e della foratura.

Apri consiglio pratico

3

Realizzazione di assiali e tiranti del freno

3 - Realizzazione di assiali e tiranti del freno
Realizzazione di assiali e tiranti del freno

Gli assiali e le barre di sterzo sono composti ciascuno da quattro listelli in legno attorno a un tirante in metallo: un listello di supporto, due listelli distanziali e un listello di fissaggio.

Affinché l’auto di legno possa sterzare, l’assiale anteriore deve essere mobile. Verrà poi comandato da un cavo metallico. Anche i due tiranti del freno devono essere montati in modo tale da rimanere mobili. L’assiale posteriore, invece, è rigido.

Praticate, nel listello distanziale dell’assiale anteriore, ciascuno a 35 mm dallo spigolo, due fori da 6 mm di diametro. All’interno, ciascuno con una vite da legno a testa tonda (6 x 50 mm), fissate le due ghiere per il cavo.

Per poter poi montare l’assiale anteriore in posizione mobile sul pannello di fondo, praticate al centro del listello di supporto un foro da 10 mm di diametro per la vite da legno a testa tonda (10 x 60 mm). La testa della vite suddetta dovrà scomparire per intero. Allo scopo praticate, con la punta Forstner da 30 mm, un avvallamento profondo ca. 5 mm.

Assemblate gli assiali anteriore e posteriore nello stesso modo: allineate il tirante in metallo al centro sul listello di supporto e posizionate i listelli distanziali, senza spazi, a destra e a sinistra dello stesso. Sistematevi quindi il listello di fissaggio e avvitate i listelli dall’alto sui due lati (senza dimenticare la preforatura). Per evitare che il tirante in metallo scivoli, praticate al centro nel legno, fino all’interno del tirante stesso, un foro da 4,5 mm di diametro. Avvitate quindi una vite (4 x 25 mm) come fermo.

I due tiranti del freno sono costruiti analogamente agli assiali. Poiché i tiranti del freno sono mobili, come l’assiale di sterzo, fissate anche qui ghiere per i cavi metallici e praticate i fori per il successivo fissaggio mobile al pannello di fondo, con la vite da legno a testa tonda (8 x 90 mm). Non dimenticate di fissare i due tiranti in metallo con una vite, per non farli scivolare dai blocchi in legno. E per una frenatura efficiente, inserirete un pezzo di flessibile in gomma su ciascuna estremità in metallo.

Un piccolo dettaglio per un grande effetto

I mobili spesso risultano più belli a vedersi se con spigoli e bordi smussati, ossia levigati a 45°. Tale compito è l’ideale per la levigatrice palmare, maneggevole e versatile, oppure per la specialista dei punti di difficile accesso: la levigatrice a delta.

Apri consiglio pratico

4

Montaggio di assiali e tiranti del freno sul sottoscocca

4 - Montaggio di assiali e tiranti del freno sul sottoscocca
Montaggio di assiali e tiranti del freno sul sottoscocca

Avvitate l’assiale posteriore dal lato interno del sottoscocca, con 4 viti (5 x 60 mm), al pannello di fondo.

Per fissare l’assiale e i tiranti del freno, sistemate il sottoscocca sul piano di lavoro, con il fondo verso l’alto.

Ora collegate l’assiale di sterzo al pannello di fondo, mantenendolo mobile, tramite una vite da legno a testa tonda. Innestate la vite attraverso l’assiale di sterzo, sistemate le due rondelle e conducete la vite nel foro preforato nel pannello di fondo. Sul lato interno del pannello di fondo sistemate un’altra rondella e fissate la vite con due controdadi.

I due tiranti del freno andranno avvitati al lato inferiore, analogamente all’assiale di sterzo, mantenendoli mobili, ciascuno con una vite da legno a testa tonda (8 x 90 mm), una rondella e due controdadi. Le teste delle viti da legno a testa tonda andranno inserite negli avvallamenti praticati precedentemente nel pannello di fondo. In questo modo, potrete sistemare agevolmente il sedile in tale punto.

Per levigature in cui tutto fili liscio

Per gli hobbisti, la levigatura di superfici in legno è fra i lavori più frequenti. Ad esempio, per rimuovere irregolarità o residui di vernice, oppure per preparare il legno ad ulteriori trattamenti superficiali.

Apri consiglio pratico

5

Taglio a misura del volante

5 - Taglio a misura del volante
Taglio a misura del volante

Tracciate con il compasso il contorno del volante sul pannello: prima il cerchio esterno da 200 mm di diametro, quindi quello interno da 170. Tracciate quindi i triangoli per gli incavi.

Per poter tagliare bene questi ultimi con il seghetto alternativo, praticate dapprima fori da 10 mm di diametro sugli angoli interni. Allo scopo, fissate il pannello con i morsetti su un piano d’appoggio in cui possiate forare. Preforate anche quattro fori da 4 mm di diametro, in cui avviterete poi il volante con il relativo fissaggio.

Per tagliare via gli incavi, la soluzione migliore sarà una lama sottile per tagli curvi. Per tagliare quindi il contorno circolare del volante, impostate il raggio sulla guida e fissate quest’ultima, a mo’ di compasso, con una spina al centro.

Da ultimo, spezzate tutti gli spigoli e lisciate levigando. In alternativa potrete utilizzare anche una fresatrice verticale, per fresare il volante a dovere e arrotondare gli spigoli con una fresa a profilo curvo da 5 mm.

6

Realizzazione del gruppo sterzo e fissaggio del volante

6 - Realizzazione del gruppo sterzo e fissaggio del volante
Realizzazione del gruppo sterzo e fissaggio del volante

Tracciate le due parti laterali del gruppo sterzo come da disegno e tagliatele con il seghetto alternativo. Praticate in ciascuna delle due parti laterali, sfalsato lateralmente, un foro da 6 mm di diametro per fissare la ghiera con la vite da legno a testa tonda (6 x 40 mm) e applicate quest’ultima. Le ghiere dovranno guidare il cavo di sterzo.

Praticate al centro di ciascuno dei listelli trasversali del gruppo sterzo, praticate al centro un foro da 20 mm per l’assiale di sterzo. Montate le parti laterali e i listelli trasversali con viti (3,5 x 50 mm).

Nel fissaggio del volante, sempre al centro, praticate un foro da 20 mm di diametro. Per il fermo preforerete inoltre, su un lato, un foro da 4 mm di diametro. Ora innestate il fissaggio sulla barra di sterzo, preforate con la punta da 3 mm e bloccate il fissaggio del volante con una vite (3 x 60 mm). Avvitate quindi il volante con quattro viti (3,5 x 40 mm) al fissaggio.

Ora, la barra di sterzo andrà spinta nei relativi fori del gruppo sterzo e regolata con collari e grani filettati. Per evitare che il cavo di sterzo scivoli, la barra di sterzo andrà avvolta in un pezzo di flessibile in gomma opportunamente intagliato.

7

Costruzione del pedale del freno

7 - Costruzione del pedale del freno
Costruzione del pedale del freno

Ora passerete ad assemblare il pedale del freno. Tracciate il contorno delle parti laterali e tagliatele a misura con il seghetto alternativo. Praticate quindi, in ciascun lato del pedale, un foro per la vite da legno a testa tonda (6 x 40 mm) e la ghiera, su cui andrà poi applicato il cavo metallico per i freni.

Per poter fissare successivamente il pedale, eseguite, forate in ciascuna delle due parti laterali un foro da 6 mm di diametro. Montate ora il pedale del freno con viti (3,5 x 40 mm) e fissate le due ghiere.

8

Taglio a misura delle carenature

Per determinare l’esatta posizione del gruppo sterzo, tagliate a misura dapprima le parti laterali. Riportate il contorno sui pannelli e sagomate con il seghetto alternativo o la sega circolare. Su ciascuno dei raggi interni dovrete praticare un foro da 10 mm, per poter ruotare agevolmente la lama.

E poiché siete già all’opera, potete tagliare anche le altre parti della carenatura. Con il cofano motore procederete come con le parti laterali.

La seconda coda è un po’ più impegnativa. Siccome è inclinata, andranno praticati tagli obliqui a 25° con il seghetto alternativo o la sega circolare, in alto e in basso.

9

Montaggio di gruppo sterzo e pedali del freno

9 - Montaggio di gruppo sterzo e pedali del freno
Montaggio di gruppo sterzo e pedali del freno

Collegate ora il gruppo sterzo al telaio nella giusta posizione. Utilizzate allo scopo le due linguette, che monterete al telaio e al gruppo sterzo con quattro viti ciascuna (3,5 x 30 mm).

Avvitate quindi il pedale del freno alle linguette (con due viti da 5 x 50 mm). Accertatevi che il pedale resti mobile.

10

Applicazione dei cavi metallici di sterzo e freno

10 - Applicazione dei cavi metallici di sterzo e freno
Applicazione dei cavi metallici di sterzo e freno

Fissate il cavo dello sterzo – presso la ruota anteriore destra – alla ghiera, con un morsetto Simplex. Conducete il cavo nella ghiera del pannello di fondo destro e attraverso l’incavo nel pannello di fondo, guidandolo in alto, oltre la ghiera a destra del supporto sterzante, verso l’assiale di sterzo.

Avvolgete là il cavo per tre volte attorno al rivestimento in gomma e guidatelo ancora in basso, oltre la ghiera a sinistra del supporto sterzante, verso il pannello di fondo sinistro, e là ancora attraverso la ghiera, verso la ruota anteriore sinistra. Sotto al pannello di fondo fissate con un altro morsetto Simplex il tenditore. Collegate con un moschettone l’altra estremità del tenditore alla ghiera sulla sinistra dell’assiale anteriore. Ora, con il tenditore, potrete tendere il cavo.

Per il freno, un cavo correrà dai lati del pedale attraverso l’apertura del fondo e la ghiera verso il tirante del freno. Sulle ghiere del pedale del freno fissate i cavi con morsetti Simplex. Sul retro inserite ancora un tenditore a vite e fissatelo con un moschettone alla ghiera del tirante del freno.

Per consentire il rilascio del freno, avvitate dal basso, fra i tiranti del freno e l’assiale posteriore, una molla di richiamo ciascuna, con anelli distanziali e rondelle.

Collegato il tutto, ruotate il tenditore a vite, per tendere il cavo del freno.

11

Applicazione delle carenature

11 - Applicazione delle carenature
Applicazione delle carenature

Manca ancora la carrozzeria dell’auto di legno. Avvitate dapprima il radiatore e la prima coda. Quindi, fissate le parti laterali. Ora potete montare il cofano motore sulle parti laterali e sul radiatore. Avvitate poi la seconda coda fra le parti laterali (ciascuna con viti da 3,5 x 30 mm). Da ultimo, montate lo spoiler e i paraurti con viti (3,5 x 40 mm).

12

Montaggio delle ruote e del sedile

12 - Montaggio delle ruote e del sedile
Montaggio delle ruote e del sedile

Prima che possiate dare gas, alla vostra auto di legno occorrono ancora un sedile e le ruote. Ogni ruota andrà tenuta in posizione da due collari. Spingete semplicemente il primo collare sull’assiale, poi la ruota, poi il secondo collare. I collari andranno bloccati con grani filettati.

Il sedile è composto dal telaio sedile, dallo schienale e dalla seduta. Pretracciate il contorno e tagliate a misura i componenti con il seghetto alternativo. Preforate nel telaio sedile fori da 5 mm di diametro, per poter poi montare il sedile sull’auto di legno, e avvitate lo schienale al telaio sedile. Dopo di ciò potrete sistemare il sedile nell’auto di legno. Trovata la giusta posizione, avvitate il sedile. Da ultimo, fissate la seduta.

Ora, per sicurezza, controllate ancora una volta tutti i collegamenti e la vostra auto di legno sarà pronta a partire.

13

Via

13 - Via
Via

Bene. Spero che vi siate divertiti. Ma il bello inizia ora. Scendete in pista con la vostra sfrecciante auto di legno!



Nota legale

Bosch non offre alcuna garanzia sulla completezza e l’esattezza dei manuali indicati. Bosch ricorda altresì che l’uso dei presenti manuali è a rischio e pericolo dell’utente. Attuare ogni misura preventiva di sicurezza.


 

Servizio di consulenza telefonica

Per domande inerenti i prodotti e le loro applicazioni.

:39 02 36 96 2314

Lunedì–Venerdì: 09:00- 12:00
14:00- 17:00


Contattaci

Ricerca rivenditori

 
 
 
IT
Ricorda
Annotato
Dove acquistare
Cancella filtro
Visualizza filtro
Nascondi filtro
La ringraziamo per la Sua valutazione
La ringraziamo per la Sua valutazione
Visualizza altri progetti
Nascondi altri progetti
Nascondi varianti articoli
Mostra varianti articoli
Chiudi consiglio pratico
Apri consiglio pratico
Leggi resoconto delle esperienze
Chiudi resoconto delle esperienze
Nascondi elenco dettagliato dei materiali
Mostra elenco dettagliato dei materiali
Elenco di raffronto
Prodotti
Prodotto
Visualizza altri consigli
Nascondi altri consigli