Tavolo da pranzo classico in legno di rovere

 
Benessere ad un prezzo conveniente

Ciò che risparmierai con questo splendido tavolo, potrà essere investito in un bel banchetto allietato da buon vino.

Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
0 Valutazioni
La ringraziamo per la Sua valutazione Questa funzione è utilizzabile esclusivamente se i cookie sono attivi.
0 Valutazioni

Grado di difficoltà

Costi

Tempo necessario

Le seguenti istruzioni di montaggio sono concepite per pannelli di legno incollati di rovere dello spessore di 27 mm e per le staffe angolari di fissaggio descritte. Qualora venissero utilizzati altri materiali, spessori o rivestimenti, sarà necessario adeguare di conseguenza l’elenco dei particolari. Recatevi in un centro per il bricolage o dal vostro falegname per far tagliare i componenti necessari.

Il nostro sobrio e classico tavolo da pranzo, realizzato in legno di rovere incollato, offre spazio in abbondanza per sei persone. Grazie alle sue speciali guarnizioni di metallo, questo tavolo risulta stabile anche senza le complicate giunzioni artigianali del telaio. Ma ecco la parte migliore: mentre negli altri mobilifici per un simile magnifico esemplare è necessario sborsare somme considerevoli, con il nostro progetto sarà possibile realizzare un congruo risparmio – ed il denaro risparmiato potrà essere investito per un buon banchetto.

  • Easy
    Utensili Easy
    Facilità di utilizzo.
  • Universal
    Utensili Universal
    Grande versatilità.
  • Advanced
    Utensili Advanced
    Per chi vuole il meglio.

Elettroutensili necessari:

Accessori:

  • Set di punte per legno
  • Carta abrasiva, grane 120–240, spugna
  • Cera per legno, panno, spazzola
  • Metro pieghevole, matita morbida, gomma, temperamatite
  • Piano d’appoggio 600 x 600 mm (ad es. in pannello in fibra di densità media MDF)
  • Panno in stoffa
  • Colla per legno, morsetti

Materiali necessari:

  • Pannello in legno incollato, rovere
  • Pannello in fibra di densità media (MDF)
  • Staffe angolari per tavolo
  • Viti a testa tonda
  • Cera per legno

Mostra elenco dettagliato dei materiali

Pos.

Pz.

Denominazione

Lunghezza

Larghezza

Spessore

Materiale

0

1

Piano del tavolo

1.400 mm

900 mm

27 mm

Legno incollato, rovere

1

8

Pannelli per le gambe, larghezza

723 mm

100 mm

27 mm

Legno incollato, rovere

2

8

Pannelli per le gambe, stretti

723 mm

46 mm

27 mm

Legno incollato, rovere

3

16

Molle di collegamento

723 mm

20 mm

4 mm

Pannello in fibra di densità media (MDF)

4

2

Intelaiature, lunghe

1.200 mm

60 mm

27 mm

Legno incollato, rovere

5

2

Intelaiature, corte

700 mm

60 mm

27 mm

Legno incollato, rovere

6

4

Staffe angolari per tavolo

125 mm

125 mm

7

48

Viti a testa tonda, 4 x 20 mm

1

Incollaggio delle gambe

1 - Incollaggio delle gambe
Incollaggio delle gambe Incollaggio delle gambe Incollaggio delle gambe Incollaggio delle gambe Incollaggio delle gambe

Ciascuna gamba del tavolo consta di due listelli larghi e due listelli stretti, che vengono incollati tra loro per mezzo di giunzioni maschio-femmina. Contrassegnare tutti gli elementi in modo da sapere sempre, durante le successive lavorazioni, di quale gamba fa parte ogni componente. Contrassegnare inoltre tutti gli elementi di una gamba del tavolo con il simbolo del triangolo. Grazie al simbolo del triangolo si saprà sempre, durante le successive lavorazioni, come e dove sono suddivise le gambe del tavolo. Le scanalature (femmine) sono adeguate ai maschi, con una larghezza di 4 mm ed una profondità di 11 mm. Per fresare le scanalature, bloccare il rispettivo listello nella postazione di lavoro; utilizzare assolutamente a tale scopo spessori di legno residuo per proteggere il pezzo in lavorazione da spiacevoli tracce derivanti dal bloccaggio del pezzo stesso.

Iniziare con i listelli larghi, impostando la fresatrice verticale con la fresa per scanalature da 4 mm ad una profondità di 11 mm e fresando con l’ausilio della guida parallela le scanalature ad una distanza di 15 mm rispetto ai bordi longitudinali nella superficie interna; nei listelli stretti per le gambe del tavolo eseguire le scanalature al centro nelle parti anteriori (vedere disegno, dettaglio gambe del tavolo).

È possibile che diventi difficile fare intagliare dal rivenditore i maschi stretti. In questo caso procedere a casa con l’ausilio del seghetto alternativo. Incollare quindi dapprima i maschi con i listelli larghi dei pannelli del tavolo. Per questa operazione applicare la colla per legno da un lato ed inserire i maschi nelle scanalature.

Poiché tutti i pannelli larghi per le gambe del tavolo sono dotati di due maschi ciascuno, stendere la colla per legno su di un lato longitudinale e sulla scanalatura dei pannelli stretti. Inserire quindi questi pannelli stretti con i loro lati incollati sui maschi dei listelli larghi. Da ultimo applicare la colla sugli altri lati longitudinali dei pannelli stretti per le gambe del tavolo ed innestare i restanti pannelli larghi dotati di maschi.

2

Assemblaggio delle gambe, dei telai e del piano del tavolo

2 - Assemblaggio delle gambe, dei telai e del piano del tavolo
Assemblaggio delle gambe, dei telai e del piano del tavolo Assemblaggio delle gambe, dei telai e del piano del tavolo Assemblaggio delle gambe, dei telai e del piano del tavolo

Nell’industria mobiliera vengono definiti con il termine «telaio» i listelli di giunzione orizzontali che si trovano sotto il piano del tavolo e tra le gambe del tavolo. Essi conferiscono rigidità alla costruzione. Nel caso del nostro tavolo, una staffa angolare speciale garantisce il collegamento stabile di questi telai con le gambe ed il piano del tavolo.

Con l’avvitatore a batteria e le viti a testa tonda da 4 x 20 mm, avvitare dapprima le staffe angolari in alto, a filo rispetto ai bordi interni delle gambe del tavolo.

Successivamente collegare le gambe con i telai per mezzo delle staffe angolari: utilizzare nuovamente l’avvitatore a batteria e le viti a testa tonda da 4 x 20 mm.

Appoggiare a questo punto il piano del tavolo con la parte superiore rivolta verso il basso su di una superficie pulita e liscia (evitando così possibili macchie ed eventuali danneggiamenti). Orientare il telaio – con le gambe rivolte verso l’alto – sul piano in modo che le gambe si trovino rispettivamente a filo con i bordi. Con l’avvitatore a batteria e le viti a testa tonda da 4 x 20 mm sarà possibile montare quindi semplicemente il telaio al di sotto del piano del tavolo.

3

Levigatura delle superfici in legno

3 - Levigatura delle superfici in legno
Levigatura delle superfici in legno

Levigare quindi tutti gli spigoli utilizzando carta abrasiva da 120 o 180 e lavorando con un angolo di 45°, in modo che si crei un piccolo smusso. Levigare le superfici a vista utilizzando la levigatrice sempre nella direzione delle venature del legno, dapprima con carta abrasiva a grana grossa (120), quindi con carta abrasiva più fine (fino a 240). Successivamente le superfici vengono bagnate con l’ausilio di una spugna e quindi lucidate a umido. Durante l’asciugatura si sollevano le fibre del legno staccatesi nelle fasi precedenti, che provvederete quindi ad eliminare delicatamente con la carta abrasiva da 180. A questo punto il legno è pronto per il trattamento delle superfici.

4

Trattamento delle superfici

4 - Trattamento delle superfici
Trattamento delle superfici

Leggere innanzitutto con attenzione i suggerimenti del produttore della cera relativi alla lavorazione e alla sicurezza. Lavorare in un locale ben aerato ed evitare di fumare, mangiare e bere nel locale stesso.

Applicare la cera per legno su tutta la superficie con una pistola a spruzzo ed eliminare il prodotto in eccesso con un panno. Rispettare i tempi di asciugatura indicati dal produttore della cera.

Qualora s’intenda applicare un secondo strato di cera, sarà necessario eseguire una levigatura intermedia usando carta abrasiva con grana da 240. Anche in questa occasione eseguire sempre la levigatura nella direzione delle venature del legno. Ripetere quindi l’applicazione come descritto nel paragrafo precedente. Quando la cera è asciutta, lavorare la superficie con una spazzola morbida finché non risulta brillante.

5

Via!

5 - Via!
Via!


Nota legale

Bosch non offre alcuna garanzia sulla completezza e l’esattezza dei manuali indicati. Bosch ricorda altresì che l’uso dei presenti manuali è a rischio e pericolo dell’utente. Attuare ogni misura preventiva di sicurezza.


 

Servizio di consulenza telefonica

Per domande inerenti i prodotti e le loro applicazioni.

:39 02 36 96 2314

Lunedì–Venerdì: 09:00- 12:00
14:00- 17:00


Contattaci

Ricerca rivenditori

 
 
 
IT
Ricorda
Annotato
Dove acquistare
Cancella filtro
Visualizza filtro
Nascondi filtro
La ringraziamo per la Sua valutazione
La ringraziamo per la Sua valutazione
Visualizza altri progetti
Nascondi altri progetti
Nascondi varianti articoli
Mostra varianti articoli
Chiudi consiglio pratico
Apri consiglio pratico
Leggi resoconto delle esperienze
Chiudi resoconto delle esperienze
Nascondi elenco dettagliato dei materiali
Mostra elenco dettagliato dei materiali
Elenco di raffronto
Prodotti
Prodotto
Visualizza altri consigli
Nascondi altri consigli