Scaffale in faggio

 
Per immergersi nella lettura
Libreria

Dalle letture leggere al più complesso nutrimento per lo spirito, questo scaffale, appoggiato con naturalezza alla parete, sembra invitare alla lettura.

Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
Esprima una Sua valutazione
0 Valutazioni
La ringraziamo per la Sua valutazione Questa funzione è utilizzabile esclusivamente se i cookie sono attivi.
0 Valutazioni

Grado di difficoltà

Costi

Tempo necessario

Anche i libri più noiosi possono diventare accattivanti. Purché siano riposti sul nostro scaffale in faggio. Appoggiato con naturalezza alla parete, sembra invitare alla lettura.

Il fondo e i lati del nostro scaffale sono uniti con giunzioni a innesto sganciabili. I vani così composti sono avvitati dal retro con la parete posteriore.

Importante: procedere con estrema prudenza già per il contrassegno delle giunzioni a innesto!

Le seguenti istruzioni di montaggio sono concepite per pannelli di legno incollati di faggio dello spessore di 20 mm. Qualora venissero utilizzati altri materiali o altri spessori, sarà necessario adeguare di conseguenza l’elenco dei particolari.

Recatevi in un centro per il bricolage o dal vostro falegname per far tagliare i pannelli necessari.

  • Easy
    Utensili Easy
    Facilità di utilizzo.
  • Universal
    Utensili Universal
    Grande versatilità.
  • Advanced
    Utensili Advanced
    Per chi vuole il meglio.

Elettroutensili necessari:

Accessori:

  • Set di punte per legno
  • Punte Forstner da 20 e 30 mm
  • Svasatore
  • Lima per legno
  • Angolare
  • Carta abrasiva, grane 120–240, spugna
  • Panni in stoffa, panno
  • Metro pieghevole, matita morbida, gomma, temperamatite
  • Panno in stoffa
  • Morsetti

Materiali necessari:

  • Pannello in legno incollato, faggio
  • Staffe di supporto, ganci
  • Feltrini
  • Viti a testa svasata
  • Mordente e vernice

Mostra elenco dettagliato dei materiali

Pos.

Pz.

Denominazione

Lunghezza

Larghezza

Spessore

Materiale

0

2

Pagine

1.820 mm

120 mm

20 mm

Legno di faggio incollato

1

7

Ripiani

610 mm

240 mm

20 mm

Legno di faggio incollato

2

1

Parete posteriore

2.080 mm

650 mm

20 mm

Legno di faggio incollato

3

1

Staffa di supporto

Ø 30 mm

4

1

Gancio

5

2

Feltrini

6

17

Viti a testa svasata, 4 x 45 mm

1

Realizzazione delle giunzioni a innesto

1 - Realizzazione delle giunzioni a innesto
Realizzazione delle giunzioni a innesto

I pannelli laterali e le basi per ripiano tagliati dovranno avere 60 mm di profondità e 20 mm di larghezza: tagliate i pannelli laterali dalla parte anteriore e le basi da quella posteriore. I tagli dovranno essere assolutamente precisi, in questo modo potranno essere assemblati perfettamente.

Contrassegnare il punto di taglio su pannelli e basi. Fissare i due lati insieme con dei morsetti. Servirsi di scarti di legno come spessori, per evitare la formazione di antiestetici segni della pressione. Segnare a matita la posizione delle basi sui bordi anteriori, come indicato sul disegno. Mediante un angolare (ovvero un angolo di 90° dotato di battuta), estenderla a 62 mm di profondità sulle superfici laterali (per principio, i tagli sono profondi la metà della larghezza del pannello).

Secondo lo stesso principio, contrassegnare il taglio delle basi, questa volta però dal bordo posteriore.

Una volta effettuate tutte le demarcazioni, appoggiare il trapano con la punta Forstner da 20 mm (nel caso di materiali differenti: il diametro deve sempre corrispondere allo spessore massimo del pannello) all’estremità di ciascun intaglio in modo tale che il punzone di centraggio della punta si trovi a 10 mm dall’estremità dell’intaglio demarcato. In questo modo il foro si troverà esattamente entro la demarcazione.

A questo punto eseguire i ritagli con il seghetto alternativo. Rimanere sempre all’interno dei segni a matita. Se i ritagli in alcuni punti dovessero risultare troppo stretti, è possibile rifinirli con una lima per legno. Assemblare il tutto, stendere un poco di colla nelle parti interne dei ritagli e lasciare asciugare le congiunzioni secondo le indicazioni del produttore.

2

Preparazione della parete posteriore

2 - Preparazione della parete posteriore
Preparazione della parete posteriore

Nonostante l’apparenza, ovviamente lo scaffale non è staccato dalla parete: per sicurezza viene sostenuto dall’alto con un occhiello e un gancio filettato. Eseguire l’occhiello con il trapano e la punta Forstner da 30 mm, circa 60 mm al di sotto del bordo superiore sul retro del pannello posteriore.

Sul bordo inferiore del pannello posteriore occorre applicare due feltrini con le viti in dotazione.

A questo punto, eseguire i fori per l’assemblaggio dei vani costituiti dai pannelli laterali e dalle basi. A tale scopo, disporre con precisione i pezzi sul retro del pannello posteriore e contrassegnare a matita i contorni; effettuare i fori seguendo questa indicazione: pannelli laterali, un foro a metà altezza; ripiani, un foro ciascuno.

Suggerimento per avvitare due parti in legno

Eseguire sempre sul pezzo che dovrà essere avvitato per primo un preforo con un diametro da 0,5 a 1 mm più grande del diametro della vite; il foro dovrà essere svasato al fine di contenere la testa della vite. Nel pezzo da forare per secondo, eseguire sempre i fori con un diametro inferiore di 1 mm rispetto al diametro della vite.

3

Congiunzione dei vani e della parete posteriore

3 - Congiunzione dei vani e della parete posteriore
Congiunzione dei vani e della parete posteriore

Appoggiare lo schienale sui cavalletti con il lato frontale verso l’alto. Posizionarvi sopra i pezzi in modo molto preciso, affinché i fori si trovino esattamente al centro dei bordi dei pannelli e delle basi.

A questo punto è possibile assemblare il tutto con un avvitatore e viti 4 x 45 mm attraverso il pannello posteriore.

4

Levigatura delle superfici in legno

4 - Levigatura delle superfici in legno
Levigatura delle superfici in legno

Affinché la superficie sia la migliore possibile, dovrebbe essere sottoposta al necessario trattamento prima del montaggio del mobile.

Levigare quindi tutti gli spigoli utilizzando carta abrasiva da 120 o 180 e lavorando con un angolo di 45°, in modo che si crei un piccolo smusso. Levigare le superfici a vista utilizzando la levigatrice sempre nella direzione delle venature del legno, dapprima con carta abrasiva a grana grossa (120, 180), quindi con carta abrasiva più fine (fino a 240).

Successivamente le superfici vengono bagnate con l’ausilio di una spugna e quindi lucidate a umido. Durante l’asciugatura si sollevano le fibre del legno staccatesi nelle fasi precedenti, che provvederete quindi ad eliminare delicatamente con la carta abrasiva da 180. A questo punto il legno è pronto per il trattamento delle superfici. Piccolo suggerimento: accertarsi che la carta abrasiva non sia troppo consumata e che le fibre del legno vengano effettivamente rimosse e non solo schiacciate.

5

Tinteggiatura della superficie

5 - Tinteggiatura della superficie
Tinteggiatura della superficie

Con il termine «mordente» si indica un prodotto per la colorazione del legno. Il mordente può essere applicato con una pistola a spruzzo, ma anche dopo la sua applicazione il legno non ha ancora alcuna protezione; questa la si ottiene solamente dopo l’applicazione della cera o della vernice.

Leggere innanzitutto con attenzione i suggerimenti del produttore relativi alla lavorazione e alla sicurezza. Lavorare in un locale ben aerato ed evitare di fumare, mangiare e bere nel locale stesso.

Se come operazione successiva si desidera applicare un altro materiale con la pistola a spruzzo, è necessario sostituire il serbatoio del colore.

Suggerimento per la tinteggiatura

Lavorare su superfici verticali, procedendo sempre dal basso verso l’alto. In caso contrario, poiché il mordente è fluido e la superficie del legno assorbe fortemente, il mordente stesso potrebbe colare verso il basso, lasciando segni in rilievo non più livellabili.

6

Verniciatura delle superfici

6 - Verniciatura delle superfici
Verniciatura delle superfici

Caricare il serbatoio del colore con la vernice e, all’occorrenza, diluirla con un po’ di acqua. Spruzzando su un pannello di prova, regolate il getto dello spruzzo sull’ugello e la quantità di colore con l’apposita rotellina. Il getto può essere regolato in orizzontale o in verticale per le superfici e in forma conica per gli spigoli.

Applicare a questo punto un primo strato leggero di vernice leggero. Iniziare con i bordi e verniciare quindi le superfici, procedendo con passate uniformi e parallele.

Anche in questo caso è possibile che – come già visto prima, bagnando le superfici – si sollevino ancora le fibre del legno: non appena la vernice sarà asciutta, queste fibre dovranno essere eliminate delicatamente passando carta abrasiva da 220 o 240 nella direzione delle venature.

Per la seconda mano utilizzare la stessa vernice trasparente già usata per il fondo. Questa volta è possibile applicare la vernice in quantità maggiore. Iniziare nuovamente con i bordi per dedicarsi quindi alle superfici, procedendo con passate uniformi e parallele.

Suggerimento per verniciare

Quanto alle vernici, potrete trovarne in molte varianti ed in molte fasce di prezzo. Fattori determinanti per la scelta sono la lavorabilità, l’attrezzatura tecnica a vostra disposizione e le esigenze di qualità e resistenza della superficie. Chiedete consiglio ad un rivenditore specializzato. E qualora non abbiate grandi esperienze con la verniciatura, è consigliabile esercitarsi un po’ su di un pezzo di prova. Il risultato migliore e più rapido si ottiene con le vernici acriliche. Queste vernici diluibili con acqua si possono applicare in modo particolarmente facile e veloce con una pistola a spruzzo.

7

Via!

7 - Via!
Via!



Nota legale

Bosch non offre alcuna garanzia sulla completezza e l’esattezza dei manuali indicati. Bosch ricorda altresì che l’uso dei presenti manuali è a rischio e pericolo dell’utente. Attuare ogni misura preventiva di sicurezza.


 

Servizio di consulenza telefonica

Per domande inerenti i prodotti e le loro applicazioni.

:39 02 36 96 2314

Lunedì–Venerdì: 09:00- 12:00
14:00- 17:00


Contattaci

Ricerca rivenditori

 
 
 
IT
Ricorda
Annotato
Dove acquistare
Cancella filtro
Visualizza filtro
Nascondi filtro
La ringraziamo per la Sua valutazione
La ringraziamo per la Sua valutazione
Visualizza altri progetti
Nascondi altri progetti
Nascondi varianti articoli
Mostra varianti articoli
Chiudi consiglio pratico
Apri consiglio pratico
Leggi resoconto delle esperienze
Chiudi resoconto delle esperienze
Nascondi elenco dettagliato dei materiali
Mostra elenco dettagliato dei materiali
Elenco di raffronto
Prodotti
Prodotto
Visualizza altri consigli
Nascondi altri consigli