Glossario

 

Voci 1 - 11 di 11

M
  • Mandrino a cambio rapido
    • Mandrino a cambio rapido
      Mandrino a cambio rapido

      Dispositivo di serraggio sull’elettroutensile che consente un rapido cambio accessorio senza l’uso di attrezzi supplementari (come la chiave per mandrino). Nel mandrino a cambio rapido vengono serrati soltanto gli accessori dotati di codolo adatto (ad es. bit).

  • Mandrino a cremagliera
    • Mandrino a cremagliera
      Mandrino a cremagliera

      Dispositivo di serraggio che viene fissato su un trapano e serve per accogliere l’accessorio (ad es. la punta). Il mandrino a cremagliera si fissa con una chiave per mandrino.

  • Mandrino autoserrante
    • Dispositivo di serraggio posizionato sull’alberino di un trapano battente, un trapano avvitatore a batteria, un trapano battente-avvitatore a batteria, un trapano battente a batteria o di un martello perforatore e ha la funzione di alloggiare accessori come punte o bit.

  • Martello demolitore
    • Elettroutensile impiegato per la scalpellatura di calcestruzzo. A differenza del martello perforatore, il martello demolitore esegue soltanto un movimento di scalpellatura, senza rotazione. Ciò gli conferisce una maggiore potenza del colpo.

  • Martello perforatore
    • Martello perforatore
      Martello perforatore Martello perforatore

      Il martello perforatore è un elettroutensile che, corredato da un accessorio girevole, è adatto a forare e scalpellare in muratura, calcestruzzo e pietra. A differenza dei trapani battenti, i martelli perforatori sono dotati di massa battente elettropneumatica integrata, che non viene avviata con la pressione di appoggio dell’utilizzatore, come nei trapani battenti. In questo modo, la potenza del colpo del martello perforatore è decisamente superiore, in modo tale da riuscire a lavorare il calcestruzzo con particolare facilità. I martelli perforatori disponibili in commercio hanno un peso di circa due chilogrammi, ma possono pesare, a seconda del lavoro da eseguire, fino a 27 chilogrammi.

  • Materiale composito
    • I materiali compositi sono costituiti da due o più materiali diversi, saldamente legati fra loro. In questo modo, il materiale composito ottiene proprietà diverse dai suoi componenti. Esiste una distinzione in tre gruppi principali: materiali compositi a strati (ad es. pannelli in legno o truciolato rivestiti, pannelli di compensato), materiali compositi in fibra (ad es. vetro rinforzato in fibra, plastica rinforzata in fibra) e materiali compositi in particelle (ad es. calcestruzzo, mole).

  • Materiali plastici
    • I materiali plastici vengono ricavati da materiali naturali, per lo più oli minerali. Le caratteristiche tecniche, quali la plasmabilità, la durezza, l’elasticità, la resistenza alla rottura, la resistenza alle temperatura, alla deformazione da calore o chimica si ottengono con determinati processi produttivi e miscelando i prodotti. I materiali plastici si distinguono in tre gruppi: termoplastici (per componenti resistenti alla deformazione), duroplastici (per componenti duri e con superficie resistente) ed elastomeri (per componenti elastici).

  • Metalli
    • I metalli si suddividono in metalli leggeri e pesanti e possiedono caratteristiche quali la buona conduttività elettrica e la conducibilità termica. Attraverso la lavorazione, i metalli possono raggiungere eccellenti livelli di lucidità superficiale. Esistono diversi tipi di metalli, adatti alle applicazioni più disparate.

  • Mole da taglio
    • Mole da taglio
      Mole da taglio

      Accessorio (per lo più per smerigliatrici angolari e troncatrici) per tagliare metalli e materiali pietrosi. Le mole da taglio (con larghezza da 1 a 2,5 mm) levigano con la parte anteriore attraverso il materiale.

  • Molla di richiamo
    • Componente elastico utilizzato in ambito meccanico, che riporta parti mobili in posizione iniziale dopo il loro utilizzo. Le molle di richiamo si incontrano nelle macchine e negli utensili, come anche, ad esempio, nelle maniglierie per guarnizioni metalliche di porte – in quest’ultimo caso, con il compito di riportare in alto il nottolino dopo che è stato spinto in basso.

  • Morsetto Simplex
    • Componente di raccordo per fili metallici e cavi metallici e in acciaio. All’interno di un fermaglio ovale, i cavi o le loro estremità vengono sistemati attraverso guide di passaggio. Dopo di ciò, un apposito elemento di contrasto viene avvitato sul fermaglio, che preme i cavi allargandoli e trattenendoli in tal modo, per accoppiamento dinamico, nella guida di passaggio. Tale componente viene spesso utilizzato nelle installazioni di lampade, con cavi tenditori in metallo.


Voci 1 - 11 di 11

 

Servizio di consulenza telefonica

Per domande inerenti i prodotti e le loro applicazioni.

:39 02 36 96 2314

Lunedì–Venerdì: 09:00- 12:00
14:00- 17:00


Contattaci

Ricerca rivenditori

 
 
 
IT
Ricorda
Annotato
Dove acquistare
Cancella filtro
Visualizza filtro
Nascondi filtro
La ringraziamo per la Sua valutazione
La ringraziamo per la Sua valutazione
Visualizza altri progetti
Nascondi altri progetti
Nascondi varianti articoli
Mostra varianti articoli
Chiudi consiglio pratico
Apri consiglio pratico
Leggi resoconto delle esperienze
Chiudi resoconto delle esperienze
Nascondi elenco dettagliato dei materiali
Mostra elenco dettagliato dei materiali
Elenco di raffronto
Prodotti
Prodotto
Visualizza altri consigli
Nascondi altri consigli